Villaggio Barona: primo esempio di housing sociale a Milano

Luci e ombre delle politiche urbane

Il villaggio Barona, sorto nell’area meridionale di Milano, ha fatto da apripista ai progetti milanesi di housing sociale con la riqualificazione di uno spazio dismesso da 43.000 mq lasciato da Attilio Cassoni, imprenditore petrolifero che lo usava come deposito per i carburanti.

Diversi sono stati i soggetti che hanno contribuito allo sviluppo del progetto, primo fra tutti il Comune di Milano, in quanto l’intervento sorge su di un’area a destinazione di servizi ed è quindi stato possibile solo in forza di una convenzione stipulata tra la Fondazione Cassoni e il Comune al fine di garantire e preservare l’interesse pubblico. Da sottolineare inoltre il notevole contributo economico da parte di Fondazione Cariplo e della Banca Popolare di Milano.

Il primo lotto del Villaggio è stato inaugurato nel 2003, mentre il lotto dei servizi lungo via Ettore Ponti e il parco sono stati realizzati nel 2009.

Il progetto si articola in cinque principali ambiti funzionali:

  • Attività di servizio alla persona: iniziative di assistenza e di accompagnamento sociale e una palestra aperta al vicinato;
  • Residenze sociali: 82 abitazioni, che prevedono 4 fasce di canone di affitto agevolato e sono prevalentemente destinate a persone e famiglie in situazione di bisogno e/o che operano nei vari servizi del Villaggio. Vi trovano posto anche quattro comunità-alloggio;
  • Attività commerciali: 12 esercizi di vicinato interne al complesso e aperte alla città;
  • Pensionato sociale integrato
  • Parco ad uso pubblico: circa 27.000 mq di area verde ed è pensato come uno spazio di connessione tra le diverse unità edificate e come raccordo tra il Villaggio ed il quartiere.

Il ricavato del villaggio, è gestito dalla Fondazione Cassoni allo scopo di migliorare i servizi per le persone che ci abitano.

Il progetto è emblematico in quanto ha sperimentato nuove soluzioni in tema housing sociale, riuscendo nella riqualificazione di un’area urbana degradata di cui ne ha ridisegnato non solo l’aspetto di periferia ma anche il contenuto sociale. Si tratta di una esperienza che ha scommesso sulla possibilità di collocare al centro della vita del quartiere una serie di realtà e di situazioni sociali tradizionalmente poste al margine. Al tempo stesso continue sono le iniziative della Fondazione per far fronte alle problematiche edilizie del complesso, per favorire il coinvolgimento dei residenti alle iniziative sociali, per consolidare le realtà commerciali presenti, per preservare la grande area verde e possibili altre criticità.

Fonte: Villaggio Barona

 

Luogo: Villaggio Barona
Indirizzo: Via Ettore, Ponti - MI
Latitude: 45.4417436 Longitude: 9.15292020000004 (map)

Written by: silvy
BIO: Urban planner, specializzata in pianificazione urbanistica commerciale. Mi occupo principalmente degli aspetti normativi e regolamentari in materia di commercio, di progettazione urbana e di pianificazione territoriale dell’offerta commerciale sia per amministrazioni pubbliche sia per clienti privati, utilizzando sistemi GIS e specifiche metodologie.