Quartiere Lampugnano, non solo Metro

Lampugnan in dialetto milanese, AFI: [lampyˈɲa:ŋ]) è un quartiere di Milano. Si trova nella zona ovest della città, nel Municipio 8 (Fiera, Gallaratese, Quarto Oggiaro). Accoglie l’omonima stazione della linea 1 della metropolitana di Milano e l’annesso parcheggio di interscambio.

Fino al 1841 Lampugnano costituì un comune autonomo.

Lampugnano fu nominata per la prima volta nel 1276. Nell’ambito della suddivisione del territorio milanese in pievi, apparteneva alla Pieve di Trenno ed era incastrato tra Trenno e i Corpi Santi. Nel 1771 contava 245 anime.

In età napoleonica, dal 1808 al 1816, Lampugnano fu aggregata a Milano, recuperando l’autonomia con la costituzione del Regno Lombardo-Veneto. Nel 1841 il comune di Lampugnano fu aggregato a quello di Trenno, a sua volta annesso a Milano nel 1923.

Lampugnano conservò ancora per decenni la fisionomia di borgo agricolo: solo dopo la Seconda guerra mondiale la zona venne trasformata dall’espansione edilizia, con la realizzazione dei quartieri QT8 e Gallaratese. Nel 1980 fu aperta la tratta della linea M1 della metropolitana, che comportò la costruzione di un centro di interscambio con un raccordo stradale verso l’Autostrada dei Laghi. Nei pressi sorse anche il Palatrussardi, oggi PalaSharp, dedicato ai grandi eventi di massa.

info@milanophotogallery.com  – https://milanophotogallery.wordpress.com/

Written by: pjhooker
BIO: Mi occupo di dati territoriali da oltre dieci anni. Collaboro con amministrazioni locali, professionisti e aziende che vogliono usare i servizi web e gli strumenti open source per lavorare meglio, migliorare il servizio pubblico e avvicinarsi al tema delle smart city.